Fantasy e Fantascienza,  Recensioni

Wonka: un dolce abbraccio che sa di cioccolato

Impossibile non pensare a Mary Poppins, mentre un istrionico Timothée Chalamet nei panni di Willy Wonka fa roteare con grazia il cappello, o un eccentrico gruppo di cioccolatieri canta e balla nella piazza della città. 

Wonka è la fiaba natalizia per eccellenza, che per suoni e colori ci riporta proprio alle grandi favole cinematografiche di un tempo, capaci di scaldare anche il cuore meno incline al miracolo dell’immaginazione.

Anche se in questa nuova trasposizione dell’universo de La Fabbrica di Cioccolato viene a mancare l’aspetto gotico che ha caratterizzato il film di Tim Burton, non mancano in Wonka delle riflessioni sociali, che da sempre hanno reo questa fiaba qualcosa di più di un semplice racconto infantile.

È sull’industrializzazione e sulle leggi del mercato capitalistico, che Wonka sofferma la sua attenzione con la sua leggerezza, raccontandoci come sia difficile per un intraprendente giovane pieno di talento inserirsi commercialmente in un ambiente già dominato da magnati dell’industria, poco propensi ad accettare l’eccentrico, capace di mettere sotto sopra le loro finanze.

Il film affronta anche il tema dei lavoratori sfruttati e sottopagati, che attraverso perversi meccanismi di contrattazione diventano “schiavi” dei loro datori di lavoro. Un’idea di lavoro che viene messo in discussione nel film dal piccolo Oompa, interpretato da un esilarante Hugh Grant. Oompa è ben determinato a riprendersi ciò che gli spetta di diritto, ovvero quelle risorse (i semi di cioccolato) che sono stati sottratti al suo popolo.

Così, in un affresco meraviglioso che alterna la magia alla riflessione sociologica, scopriamo che la Fabbrica di Cioccolato è nat da un abbraccio di una bambina e sua madre, un ricongiungimento incastonato nel cuore dello stesso Wonka.

Sì, Wonka di Warner Bros è l’essenza stessa del cioccolato: dolce, buono, capace di irretire i senti e di renderci persino più felici. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *