Curiosità,  Film internazionali,  News

La Disney si riorganizzerà per puntare ancora di più sullo streaming

La Walt Disney Company ha ufficializzato con un comunicato stampa globale la sua strategia per il futuro: l’intera azienda si riorganizzerà per dare priorità allo streaming piuttosto che alla sala cinematografica.

Le avvisaglie di una rivoluzione c’erano tutte, a partire dalla distribuzione di Mulan direttamente in streaming o dell’annuncio del nuovo film Pixar Soul a dicembre su Disney+, ma ora è ufficiale. 

La società di Topolino ha messo all’interno di un’unica divisione, chiamata Media and Distribution, le sue reti tv, il suo studios e le attività dirette ai consumatori. A guidare la divisione sarà Kareem Daniel, manager di lungo corso della società. L’annuncio nella serata di ieri ha messo le ali al titolo Disney a Wall Street, dove è arrivato a guadagnarefino al 3,6%

Non è un annuncio di poco conto. I film Disney (che comprendono i brand Disney, Star Wars, Marvel, Pixar e il vecchio 20th Century FOX) trainano da diversi anni il botteghino mondiale, e la scelta di privilegiare lo streaming rischia seriamente di mettere in ginocchio il circuito delle sale cinematografiche, già in grosse difficolà a causa del Covid

L’amministratore delegato di Disney Bob Chapek ha dichiarato:

C’è una trasformazione drastica in corso sul mercato e si può guidarlo o esserne guidati, noi scegliamo di guidarla

Questo non significa che i film prodotti dallo studio non usciranno più al cinema, ma che sia la produzione che la distribuzione daranno sempre maggior peso allo streaming rispetto alla sala, e dunque alla piattaforma proprietaria Disney+, che sta avendo un incredibile successo nel mondo. 

Questo significa che il grosso degli investimenti della major sarà destinato alla produzione di film, serie tv e documentari destinati alla visione da casa, piuttosto che alla sala cinematografica. 

Il Covid ha dunque accelerato un processo che era già in atto, ovvero la distribuzione dei contenuti sulle piattaforme streaming piuttosto che nelle sale.

Voi che ne pensate? 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.