L'Esorcista
Horror,  Recensioni

L’Esorcista: c’è qualcosa di malvagio

Sono diversi i motivi per cui il solo nominare L’Esorcista ci fa accapponare la pelle, o per cui teniamo il DVD nascosto dietro la pila, o per cui evitiamo di scrivere il nome del Demone Pazuzu. Il film riconosciuto universalmente come l’horror più terrificante di sempre, ancora oggi destabilizza e crea smarrimento. Non solo per i sinistri accadimenti avvenuti durante le riprese, non solo per essere tratto da una storia vera, non solo per aver mostrato a tutti noi una pratica religiosa che esiste realmente, non solo per la musica che valse un Oscar a questa pellicola.

Vi è una sottotraccia ne L’Esorcista, palpabile in ogni suo fotografamma, che si percepisce sotto pelle ma che non si riesce mai ad afferrare con la ragione. Un sottotesto fatto di inopportune bestemmie della madre di Regan, di un fotogramma che ci mostra il volto del diavolo, di un soprammobile inusuale posto accanto al telefono, dell’alito pieno di catarro di una vecchia morente.

Minuto dopo minuto, il film di Friedkin è intriso di qualcosa di malvagio che lentamente si impossessa di noi, come fa con il corpo di Regan. È tutto dannatamente realistico ne L’Esorcista, e nello stesso tempo tutto così fuori posto. Il regista riesce a farci respirare l’aria malsana che piano piano si annida nella casa.

The Exorcist destabilizzò le persone fin dalla sua prima uscita nelle sale cinematografiche. Gli spettatori che ebbero la fortuna (o la sfortuna) di vedere il film al Cinema nel 1973, cattolici e non, accusavano malessere fisico e psicologico, fin dalle code all’ingresso nelle sale.

 

Una vera e propria “isteria collettiva” che continua ancora oggi di fronte alla visione di questo film. La scena che causa il maggior numero di problemi al pubblico, però, non è quella dell’esorcismo, bensì quella in cui Regan viene sottoposta a esami ospedalieri terribilmente invasivi (e realistici). Ed è di nuovo quell’oppressione che si insedia nel petto e non lascia respiro allo spettatore, che si sente vittima di una sinistra possessione.

La verità è che ancora oggi non sappiamo per quale motivo L’Esorcista riesca a terrorizzarci in questo modo, ma continueremo a nascondere il DVD dietro la pila, per evitare che l’ignoto entri nelle nostre case

6 commenti

  • tinyurl.com

    When I originally left a comment I seem to have
    clicked on the -Notify me when new comments are added- checkbox and from now on each time a comment is added
    I receive 4 emails with the same comment. Perhaps
    there is a way you are able to remove me from that service?
    Many thanks!

  • http://1pl.ru/

    Hi there! I know this is kind of off topic but
    I was wondering which blog platform are you using for this website?
    I’m getting tired of WordPress because I’ve had issues with hackers and I’m looking at options for
    another platform. I would be fantastic if you could point
    me in the direction of a good platform.

  • http://tinyurl.com/y75lx59h

    Hi I am so thrilled I found your weblog, I really found you by mistake, while I was researching
    on Bing for something else, Anyways I am here now and would just like to say thank you for a fantastic post and a all round thrilling blog (I also love the theme/design), I don’t have time to go
    through it all at the minute but I have book-marked it and also included your RSS feeds, so
    when I have time I will be back to read a great deal
    more, Please do keep up the fantastic jo.

  • g what

    Hi there I am so delighted I found your webpage, I really found
    you by mistake, while I was browsing on Bing for
    something else, Anyhow I am here now and
    would just like to say thanks for a fantastic post and a all round entertaining blog (I also
    love the theme/design), I don’t have time to read through it all at the moment but I have
    bookmarked it and also included your RSS feeds, so when I have time I will be back to read a
    lot more, Please do keep up the superb b.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.